One month till Halloween

Photobucket

Manca esattamente 1 mese o, per meglio dire, 30 giorni ad Halloween e, da oggi fino ad allora, Carrie’s Diary cambia look, un po’ inquietante, tetro e cupo ma sempre lo stesso, spero vi piacerà e spero di non annoiarvi col mio monotono tema, cercherò di non rompere troppo e creare post “interessanti” o almeno ci proverò :)

Ho già qualche foto pronta, qualche ricetta in testa e anche qualche tutorial, spero di riuscire a fare tutto ciò che voglio come voglio e spero soprattutto di non deludervi.

Innanzitutto, cosa ne pensate della nuova grafica???

Aspetto i vostri responsi, nel frattempo, buona Domenica!

Annunci

Una nuova casa per le mie scarpine

Photobucket(Ecco il nuovo armadio libreria/scarpiera.)

Fino a una settimana fa tutte le mie scarpe giacevano nelle loro scatole, ammassate sotto la mia scrivania e sotto il letto, mia mamma non ne poteva più e mio padre minacciava di lanciarle fuori dalla finestra, poi, due settimane fa, da bravo falegname, si è messo a creare un’ampio armadio metà scarpiera e metà libreria e questo è il fantastico risultato. Adesso posso facilmente ammirare tutte le mie bimbe e anche vestirmi è diventato mooolto più facile, il lato negativo è però che, vederle tutte insieme, mi fa realizzare quante poche siano effettivamente :P

Photobucket(Quattro piani per me e cinque per mia sorella.)

Photobucket(Vederle tutte insieme mi fa capire quanto poche siano.)

Photobucket(Maggioranza di scarpe nere.)

Photobucket(Le mie scarpine e alcune di quelle di mia sorella.)

Top five moments of the week

Photobucket(Il nuovo membro della famiglia.)

Questa settimana è letteralmente volata via, abbiamo aspettato tanto il Natale ed è già passato, ma ci siamo goduti ogni attimo. Abbiamo iniziato i festeggiamenti venerdì sera con una cena a casa di amici, tra risate, viso e tanto tanto divertimento, abbiamo proseguito il pomeriggio del 24 con i vari aperitivi natalizi, il cenone di Natale in famiglia e la sera al Duomo a festeggiare con tutta Massa. Il 25 altra mega abbuffata e giornata quasi totalmente dedicata alla famiglia. è stato un Natale coi contro fiocchi, non ne vivevo uno così bello da tantissimo tempo, sono contenta di ogni secondo passato in compagnia della gente che amo. Spero che abbiate passato un fantastico Natale e vi auguro un buon Santo Stefano, le abbuffate non sono ancora finite!

Photobucket(Pomeriggio al lavoro in cucina.)

Photobucket(Vigilia della vigilia finita non si sa come in questo modo.)

Photobucket(Via Dante la sera della vigilia.)

Photobucket(Il mio cuginetto col suo regalo la mattina di Natale.)

My first tattoo

Photobucket(Scarpe All Star, tutina, cardigan e borsa mercato di Forte dei Marmi.)

Finalmente mi sono decisa, erano anni e anni che volevo fare un tatuaggio e finalmente, dopo tante indecisioni e tante idee cambiate l’ho fatto, o meglio, l’abbiamo fatto! Io e mia sorella ieri abbiamo marcato i nostri polsi, io “fate” lei “love”, nulla di che, una cosa molto semplice e significativa: amiamo le Veronicas, un gruppo composto da due sorelle gemelle che hanno sui loro polsi queste due parole, fin qui la cosa è abbastanza banale, ma dato che quest’estate io e mia sorella abbiamo fatto un patto, se le avesse viste dal vivo suonare al Viper room di Los Angeles allora ci saremmo tatuate; sta di fatto che le abbia viste e che si sia anche fatta la foto insieme quindi il tatuaggio è stato d’obbligo. A breve tante altre foto, prometto, per il momento, che ne pensate???

Buon week-end a tutti!

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Il matrimonio di Kate Moss

Photobucket

Non ho pubblicato niente riguardo al matrimonio reale tra William e Kate, ma non posso trattenermi dal pubblicare le foto dell’altro matrimonio dell’anno, ovvero quello tra la bella Kate Moss e il rockettaro Jamie Hinch. Guardando le foto sono rimasta abbagliata dalla bellezza di Kate, radiosa e felice come non mai, avvolta in un meraviglioso vestito dal gusto un po’ retrò disegnato da John Galliano; Lila Grace, figlia di Kate, bella e radiosa come la madre, spiccava fra le 15 damigelle, buon sangue non mente! La cerimonia si è svolta in una piccola chiesetta nella campagna britannica e i festeggiamenti si svolgeranno invece nella casa di campagna dei novelli sposi e dureranno per 3 giorni, un vero e proprio matrimonio rock’n’roll. Sarò malata, ma guardando queste foto mi è scesa una lacrimuccia, di gioia ovviamente, sarà che venero Kate Moss da una vita, sarà che non l’avevo mai vista così felice, sarà che sono una romanticona, in fondo, in fondo al cuore.

Tanti auguri a loro e buon week-end a noi ♥

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Wendy in Wonderland Woman Collection

PhotobucketRicordate il post di qualche settimana fa in cui vi parlavo della WtF*ck & Smile Industry?! (Se non lo ricordate potete rinfrescarvi la memoria qui.)

Comunque, finalmente è stata lanciata anche la collezione femminile che trovo davvero molto, ma molto bella e soprattutto originale, irriverente ma anche romantica ma con un lieve tocco rockeggiante. Se dovessi scegliere fra una di queste T-shirt scegliere sicuramente quella con la scritta “Shut up! I wear heels bigger than your dick” e quella con il maxi fiocco sulla spalla, è stato amore a prima vista. Se volete su “A cup of Fashion” potete trovare un fantastico giveaway firmato Wendy in Wonderland.

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Photobucket

Scritto il 24 Giugno 2011.

WtF*ck & Smile Industry

Ieri, una carissima amica di vecchia data, mi ha parlato di questo nuovo marchio di T-shirt create da un gruppo di ragazzi Toscani: Benedetta Mariotti, 22 anni di Montecatini Terme, ha frequentato l’Istituto Marangoni di Milano e si è laureata in Fashion Design. Lavorando poi per un’azienda (SIport S.p.A di Milano) con la quale ha disegnato 2 stagioni della collezione di scarpe New York Yankees la sua esperienza si è evoluta e ha iniziato a disegnare anche per se stessa e partendo da zero questo è il risultato di 3 mesi di lavoro. Il nome WtF*ck l’ha scelto perchè voleva fosse una collezione aggressiva che facesse capire che non è solo una ragazzina che non combinerà mai nulla,ma che si sa far valere. Per quanto riguarda il suo compare Matteo Cardelli e la sua Smile Industry possiamo dire che questi smile li fa da almeno 4 anni e che è partito tutto da uno scarabocchio fatto fra una lezione e l’altra all’UNIFI. Poi pian piano ha realizzato disegni sempre più complessi e ha deciso pure lui di trasformare il suo sogno in una maglietta stampata. Se volete vedere le foto della collezione completa le trovate sulla loro pagina facebook “WtF*ck & Smile Industry“, che vi consiglio vivamente; per la collezione femminile dovremo invece aspettare ancora un po’, ma sono sicura che mi piacerà anche quella e non vedo l’ora di vederla.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: